FAQ

L’elenco in basso Domande Frequenti (FAQs), da una prima risposta a qualche domanda per comprendere il metodo ed il processo di Soufflearning.

Principi fondamentali

Come vengono preparati i lavoratori per l’inizio dell’affiancamento sul luogo di lavoro?

All’inizio per molti lavoratori l’affiancamento sul posto di lavoro potrebbe essere una esperienza nuova. Non sono spesso in formazione sul campo e cosi’ naturalmente verranno fuori questioni e preoccupazioni. I formatori dicono loro la esatta posizione che dovranno mantenere.

I lavoratori sono anche coinvolti nel ricercare la giusta posizione durante l’affincamento Souff-learning. I formatori devono anche avere un breve colloquio prima dell’inizio dell’affiancamento per le ultime domande. Il feedback e’ dato solo nei colloqui individuali che generalmente sono molto aprezzati dai lavoratori. Tuttavia il primo affiancamento deve essere fatto in modo molto empatico. Successivamente i lavoratori lo avranno sperimentato ed avranno ottenuto un feedback di supporto, Costruendo un rapporto di fiducia e il processo di apprendimento individuale ha inizio.

Quale qualifica necessitano i formatori?

I formatori di Soufflearning necessitano di un buon colpo d’occhio e di un buon feeling in merito a differenti situazioni lavorative e personali. Dovrebbero avere buone doti comunicative in modo da essere abili a dare dettagliate e motivazionali competenze. I formatori devono avere esperienza nelle materie della formazione specifica. Non devono avere problemi iniziali di conoscenza ma devono agire individuando le soluzioni ad eventuali difficoltá che dovessero emergere. I formatori dovranno essere abili a mediare tra tutti i partner di progetto.

Qual’é l’origine del termine “Soufflearning”?

Soufflearning é un neologismo unico che proviene dal tedesco “soufflieren = suggerimento” e “autoapprendimento” sul luogo di lavoro.

Organizzazione

Quanto dura il workshop?

Il workshop iniziale e quello finale all’interno di Soufflearning non dovrebbero essere piú lunghi di due ore ciascuno. Riguardo il contenuto dei workshop su specifiche materie, Il tempo dipende dai contenuti e dal numero dei partecipanti.

Che tempo richiede l’affiancamento?

L’affincamento dovrebbe essere abbastanza lungo per abbracciare un buon numero di casi di lavoro in situazione, in modo da dare al termine un risultato professionale.
Normalmente necessita da una a due ore.

Impegno sul luogo

Cosa dovrá essere fatto concretamente con i lavoratori?

I lavoratori prenderanno parte al workshop iniziale dove apprenderanno ogni informazione su Soufflearning, incontrano i formatori e verranno a consocenza dei contenuti della formazione.
I loro dubbi trovano una risposta e vengono preparati al loro primo affincamento.

Qualche giorno dopo i lavoratori vengono affiancati per la loro prima volta e successivamente avranno un feedback personale. Loro mostreranno pregi e difetti. Nei giorni seguenti applicheranno cosa hanno inparato. Seguiranno colloqui individuali e successivi affiancamenti.

Alla fine del percorso, i lavoratori prenderanno parte nel workshop finale e riporteranno la loro esperienza e i risultati di Soufflearning.

Dov’é la posizione del formatore durante l’affiancamento del lavoratore?

Il formatore deve posizionarsi alle spalle e concentrarsi principalmente nel guardare come viene svolto il lavoro, come i clienti vengono trattati, come il team coopera, ecc. I lavoratori e i clienti non devono essere mai disturbati. Nel caso in cui i lavoratori dovessero richiedere aiuto, sará data una opinione sulla giusta posizione da mantenere. Nel caso in cui il formatore dovesse inizialmente rendere nervoso il lavoratore, dovrá essere flessibile a modificare la propria posizione, per esempio dovrebbe allontanarsi e ritornare dopo qualche minuto. Il formatore deve essere empatico e dare ai lavoratori il tempo di applicare le tecniche di affiancamento.

Qual’é il giusto mix nelle sequenze dell’affiancamento e dell’autoapprendimento?

Dipende da quanto velocemente il lavoratore applica con successo quanto appreso, il numero degli affinacamenti varia. Alcuni lavoratori richiedono aiuto nel provare nuove vie attraverso un immediato secondo affinacamento. Altri necessitano di piu’ tempo tra i due affiancamenti e vogliono mettersi alla prova per un periodo piú lungo. Ma non si dovrebbero superare piú di tre settimane tra i due affiancamenti, altrimenti si perderebbe il giusto contatto stabilito tra il formatore e il lavoratore.

Comprensione

Quanti affiancamenti il lavoratore necessita?

Il numero degli affinacamenti dipende dalle esigenze individuali. I colloqui personali e il primo affiancamento danno una impressione su quanto intensivo dovrebbe essere il Soufflearning per il lavoratore specifico in base alle sue esigenze formative. Comunque due o tre affiancamenti dovrebbero produrre buoni risultati.

Chi si occuperá di Soufflearning nell’azienda?

Soufflearning é gestito esclusivamente da formatori altamente qualificati che conoscono bene i metodi e che sono entusiasti in questo tipo di formazione motivazionale individuale. Devono aver acquisito competenze nella comunicazione e avere esperienza in merito alle materie della formazione richiesta.